:: martedì 28 settembre 2021  ore 20:22
Comitato Interregionale Dei Consigli Notarili Delle Tre Venezie, Commesione
Orientamenti in tema di Informazioni sull’attività notarile (Pubblicità informativa) > Orientamento 4. Inserzioni sui giornali
Inserzioni sui giornali
Le inserzioni sui giornali non possono avere unicamente lo scopo di at-tirare l’attenzione della clientela.
Esse devono essere conformi ai principi di verità e di correttezza, fun-zionali all’oggetto, non equivoche, comparative, ingannevoli o denigra-torie.
Sono ammesse le inserzioni che, nei giorni immediatamente precedenti e successivi, diano notizia dell’apertura e trasferimento dello studio.

Illustrazione

L’utilizzo dei giornali per effettuare comunicazioni attinenti all’attività no-tarile rientra nelle modalità lecite previste dall’art. 4 del regolamento per la riforma degli ordinamenti professionali (D.P.R. 3 agosto 2012 n. 137).
Tuttavia anche in questo campo è necessario attenersi ai principi che rego-lano la disciplina, tenuto conto della peculiarità dell’attività notarile.
Il punto cardine cui riferirsi è costituito dal rispetto del decoro e del presti-gio della classe notarile previsto dall’articolo 147 della legge notarile.

Per questo non si ritiene conforme alla deontologia notarile la pubblicazio-ne di:
- auguri natalizi o per altra ricorrenza o il ringraziamento ai propri clienti;
- un avviso consistente nella mera localizzazione dello studio notarile, che nulla aggiunge per il pubblico al fatto che internet consente una agevole ri-cerca di tutti i notai disponibili, persino di individuare quelli logisticamen-te più vicini;
- pubblicità comparative;
- indicazioni dei successi ottenuti;
- promozioni al pubblico della propria attività per prestazioni non specifi-camente richieste;
- l’utilizzo di caratteri grafici o di immagini che non abbiano attinenza con l’informazione fornita.
Si ritiene tuttavia consentito l’avviso dell’apertura e del trasferimento dello studio nei giorni immediatamente precedenti e successivi, poiché esso ha lo scopo di facilitare al pubblico la conoscenza immediata della localizza-zione dello studio ed è in tal senso equiparabile ad una normale notizia giornalistica.
Non è, al contrario, deontologicamente corretta una pubblicazione continuata, reiterata o comunque non motivata per il tempo e le modalità, in quanto volta non a fornire informazioni al pubblico, ma unicamente ad una mera notorietà al notaio, priva di ogni riferimento oggettivo e professionale.